Casamicciola Terme, perla sul mare di Ischia.
Tra i sei Comuni dell'Isola d'Ischia, Casamicciola è la località rinomata per le sue acque termali sin da tempi remoti. E' la vera e propria culla del termalismo ischitano, con una grande quantità di sorgenti presenti in località e ad altezze diverse.
Casamicciola Terme incarna pienamente lo spirito ischitano in tutte le sue sfaccettature, racchiudendo quello che di più bello offre l'isola in una ricchezza e varietà di paesaggi. A chi la vede apparire la prima volta dal mare , dal quale è avvolta, con le sue caratteristiche case bianche a tetto piatto, il monte verdissimo alle spalle, costellato di mille luci e mille tornanti a precipizio sulla baia, ricorda una sorta di presepe marino saraceno.

Il territorio appare vario e articolato in più frazioni, alcune arroccate nella fascia collinare, ad una altezza che va oltre i 300 metri sul livello del mare, altre estese invece lungo la costa. Tratto comune a tutte, è la presenza un pò ovunque di fonti di acque termominerali, caratteristica più tipica del luogo.
Le acque sono indicate soprattutto per curare disturbi respiratori, ginecologici e artroreumatici. L'utilizzo delle risorse termali in questa zona raggiunse l'apice nel 1800 quando Casamicciola divenne meta di flussi turistici sempre più consistenti, e fu la località prescelta da importanti personalità, che soggiornarono qui durante la loro permanenza sull'isola.

Nella seconda metà del 1800 infatti si fermarono a Casamicciola, fra gli altri lo scrittore Henrik Ibsen, che qui trovò ispirazione per terminare la stesura di un suo lavoro teatrale, e Garibaldi, che nel 1864 rimase per diversi mesi a Villa Zavota e curò con i benefici effetti di queste acque le ferite riportate in battaglia.

Nel 1883 un forte e distruttivo terremoto rase quasi del tutto al suolo il paese, interrompendo per diversi decenni, occupati dall'opera di ricostruzione, la sua vocazione turistica e termale, recuperata poi nel Novecento, in particolare nel dopoguerra.  Casamicciola ha una storia molto antica, che si dice risalga al 700 circa, se si può ritenere fondata la tradizione legata alla nascita del suo nome.
Quello che Casamicciola ha oggi da offrire è soprattutto la bellezza del paesaggio , che dalle colline scende al mare , oltre all'abbondanza delle fonti termali.

A Bagni, fra le tante, si distingue la famosa sorgente del Gurgitello, con un acqua che sgorga ad 80 gradi scendendo direttamente dal Monte Epomeo.
Vale sicuramente la pena di andare alla scoperta anche della fascia collinare attraverso i ripidi e stretti sentieri che facendosi strada in luoghi incontaminati fra boschi e castagneti, consentono di raggiungere a piedi angoli panoramici di rara bellezza, come quello che è possibile ammirare dalla sella del Monte Rotaro, un antico vulcano che mostra ancora ben visibili sulle pendici i segni delle colate laviche.

A tanta selvaggia bellezza si contrappone nettamente, infine la zona della Marina, dall'aspetto piano e lineare, turistico ed elegante.

Il Corso principale del paese, dedicato al più famoso termalista casamicciolese, Luigi Manzi, unisce le verdi pendici della zona collinare all'orizzonte del lungomare, su cui il paese trova sbocco e si affaccia.

E' in questo matrimonio tra cielo e mare che sorge la casa, abbracciando circolarmente tutto lo spettacolare paesaggio.

© 2017 www.ischiablu.it 
torna alla Home